• Lun. Set 26th, 2022

LA FIORENTINA DOPO 6…ANZI 5 PARTITE!

Ott 9, 2011

Una domenica senza la Fiorentina, una domenica senza emozioni. Facciamo il punto delle situazione dopo 6, anzi 5 partite giocate. Abbiamo visto un viola attenta ma anche sconclusionata. Una viola di carattere ma anche imbarazzante. Una viola grintosa ma anche paurosa. Come potra’ essere il cammino della Fiorentina per il resto del campionato? Come vedete voi la squadra fino a qui vista in campo? Dateci il vostro parere e inserite i vostri commenti sul sondaggio in corso.

 

[poll id=”17″]

2 commenti su “LA FIORENTINA DOPO 6…ANZI 5 PARTITE!”
  1. Cinque partite fino ad ora disputate. Due vittorie chiare, Bologna e Parma con punteggio pieno; un pareggio nella tana dekl Napoli dopo una partita gagliarda combattuta con ‘il coltello tra i denti’ e dove solo la sforuna non ha permesso di ‘bucare’ la rete di Marchetti.; due sconfitte: sconcertante quella con l?udinese dove la Fiorentina si è mostyrata balbettante, quasi smarrita e strana quella con la Lazio dove ttto sommato le due squadre sono state in parità come gioco e com azioni sfornate sino ad una manciata di minuti dalla fine, ma dove un gol viziato da fuori gionco di Close ci ha immeritatamente condannato.
    Che dire? Ho visto una Fiorentina nella quuale latita un vero e proprio gioco di attacco: se manca il Gila essa è priva di un centravanti in grado di bucare la rete avversaria e di permettere alla squadra di salire. In questo ruolo Silva è ancora tutto da scoprire: spetta al Miha adattarlo al gioco italiano dove non embra che sia ancora ‘entrato’. Se questa operazione dovesse riuscire, probabilmente avremo risolto per lo meno il 50% dei problemi che affliggono la Viola, la quale da due anni ormai realizza solo una piccola percentuale delle tante palle gol che costruisce. Jo-Jo non è una vera punta e insistere a farlo giocare in questo ruolo è pura follia perché non solo è sprecato, ma si corre il rischio di stancarlo inutilmentecon la prospettiva èpoi di perderlo come faro del settore di attacco. Lialijc manca ancora di personalità: crescerà? Io credo che per lui sia questo l’anno cruciale: o emerge o entra nel definitivo anonimato. Vargas è ancora lontano dalla sua forma ed è oggi solo la brutta copia del Vargas che conoscevamo. E’ in fase involutiva?… Problemi di vita personale?… Non so dire: ceto che quando Vargas non funziona, la Viola sul lato sinistro non riesce più a costruire come una volta. Per fortuna che il Cerci contuinua inmperterrita la sua cavalcata iniziata alla fine dello scosro sampionato, il che compensa la ‘defaillance’ del lato sinistro.
    Per quanto riguarda centro-campo e difesa le cose vanno abbastanza bene. Si tratterà solo di trovare un valido sostituito per il Montolivo che è in partenza. Mihailovic dovrà poi esser bravo a registrareb ancora qualche cosa in questo settore dove Beherami è un validissimo punto fermo. Altrettanto dicasi per la difesa dove il duo Gamberini-Natali sono una barriera difficilemnte superabile.

    1. due vittorie chiare, con il punteggi, se non ricordo bene il Bologna con Diamanti a messo in difficoltà molte volte la difesa. La trasferta a Napoli è stata una Fiorentina bella, ma eravamo senza centravanti e quindi Jovetic spaziando in tutto il fronte di attacco ha messo in confusione i centrali, e rientrando anche a centrcampo , a permessso ai centrocampisti di coprire bene e ripartire meglio. Per quanto riguarda Lialjc a fatto solo tribuna , e questo è un male per il giocatore, come è un male che non convochi più Camporese, questi sono giovani su cui la società deve lavorare, vanno convocati e fatto giocare almeno una ventina di minuti ogni tanto. Se non cambiamo allenatore faremo la fine dell’anno scorso.

I commenti sono chiusi.