TOP 11…. 6 – DANIEL PASSARELLA

Il libero per eccellenza, arrivato come grande trascinatore, come leader e come grande difensore.

Ha interpretato il suo ruolo alla perfezione coronandola anche con tanti gol sia su punizione, che su rigore e anche su azione.

Sinistro vellutato ma anche violento e preciso.

Non ci sono stati altri piu’ forti di lui in quel ruolo.

Chi l’ha visto giocare ha ancora il piacere del ricordo che ha lasciato, per chi non lo ha visto in campo ha perso le gesta di un grande campione.

Tifosi dal sangue e dal cuore viola………il magnico DANIEL PASSARELLA.

La supremazia delle votazioni rispecchia anche il suo carattere, con 360 voti ha superato nella nostra TOP11 rivali come RODRIGUEZ (239), DAINELLI (78) e PADALINO (54).

Con le sue 139 partite e ben 35 reti era come avere un’attaccante aggiunto ma schierato in difesa.  (dati logo-museo-fiorentinahttp://www.museofiorentina.it/).

 

Discendente da immigrati italiani provenienti da Catania, Passarella iniziò a giocare con una squadra locale, il Sarmiento de Junín.

Qui fu notato dai dirigenti del River Plate, che nel 1974 lo ingaggiarono.

Titolare fin dal primo momento, nel 1977 segnò 24 gol nella massima serie argentina.

Con il River vinse tanti trofei, e nell’estate del 1982 si trasferì in Italia.

Nella Fiorentina ci resto’ fino al 1986 passando quattro buone stagioni anche se la partenza con la squadra viola non fu’ delle migliori.

Proprio per raccontare come Passarella sia giunto in Italia, quali problematica ha dovuto affrontare per l’inserimento e quale fosse il carattere di Daniel, abbiamo unito due filmati trovati su youtube.

Il primo estratto dalla trasmissione di CANALE 10 –  VIOLA AMORE MIO, dove si parla dell’annata 1982/83 e dell’arrivo dell’argentino con testimonianze di Tito Corsi e di Celeste Pin.

Il secondo la raccolta di gol in maglia viola, grazie ad un appassionato di calcio FZisback4football.

Sentire le spiegazioni dei fatti e rivedere i fantastici gol riempie di gioia e di orgoglio per avere avuto in squadra uno come DANIEL PASSARELLA.